mercoledì 27 aprile 2011

Pollo al curry ... It's scarf time...in the kitchen

e si festeggia con colorate e bellissime sciarpe!


meravigliose, rassicuranti, magiche sciarpe e sciarpine,
da avvolgere, arrotolare, ben vicine al collo per riscaldare o lasciate lunghe così che il vento di primavera possa cullarle facendoci sognare 

una al collo e una in borsa...perchè se poi fa freddo ne aggiungo un'altra,
un paio al collo ma facciamo anche tre  e una annodata alla borsa a mò di accessorio e una magari anche legata in vita a mò di cinta...così al controllo bagaglio a mano con il peso forse ci stiamo :)
una sempre in borsa anche quando fuori c'è 40° gradi all'ombra perchè la sciarpina fa parte di me!
ogni sciarpa conserva per me bellissimi ricordi, gli esami all'università, i viaggi, gli incontri, le feste, le serate d'estate, le vacanze...
un pò delle mie sciarpe mi hanno accompagnato nei miei viaggi,
altre sono tornate con me da luoghi lontani...
                                              eccone una
                                                          

una sciarpa magica come magico è il luogo in cui ci siamo incontrate...nel magico Marocco, terra di spezie e colori
una sciarpa piena di ricordi: passeggiare tra stretti vicoli della Medina, immergersi nei misteriosi souk per entrare in un mondo fatto di spezie, colori, profumi



e con la mia sciarpa mi ritrovo in cucina sognando terre lontane

Pollo al curry e riso basmati

Ingredienti
petto di pollo ( 3 fettine tagliate a pezzi)
3 funghi
1 cipollotto
vino bianco
latte
sale
Curry Madras Mild ( meravigliosa miscela di spezie: coriandolo, curcuma, fienogreco, carvi, cumino, pepe nero, pimento, senape gialla, paprika...grazie amichetta!!!)
pepe di seychan
olio extra vergine di oliva

acqua
riso basmati

In una padellina scaldare l'olio e aggiungere il cipollotto tagliato a rondelle.
Dopo alcuni minuti aggiungere il petto di pollo a pezzi, sfumare con vino bianco.
Aggingere latte e far cuocere, a metà cottura aggiungere i funghi tagliati a tocchetti e Curry Madras Mild
            aggiustare di sale e terminare la cottura aggiungendo del latte se necessario per avere una cremina densa, profumata e colorata.

Nel frattempo cuocere il riso.

Sistemare il riso e il pollo nelle ciotoline, spolverare il pollo con una macinata di pepe di Szechuan e...

                                                       ... la magia è servita :)




mercoledì 20 aprile 2011

pizza di formaggio, pizza dolce... arriva la Pasqua :)

La casa profuma di pasta lievitata, formaggio, vaniglia, scorze di agrumi... nell'aria profumo di festa!
ricette antiche e preziose per portare in tavola sapori unici

Lo scorso anno ho provato a fare la torta di formaggio, ( ne vado matta fin da piccolina), seguendo la ricetta di  Qualcosa di rosso...e grazie a Sara ho scoperto una ricetta meravigliosa e gustato qualcosa di...sublime! un sapore antico, avvolgente, particolare, unico! Sa dice che sembra la torta di formaggio che mangiava da piccolo :)
e così anche quest'anno seguendo le preziose indicazioni di Qualcosa di rosso si prepara la meravigliosa

cliccando qui troverete una ricetta-racconto che è pura magia!




e per regalarsi momenti di dolcezza durante le giornate di festa un'altra ricetta antica
cliccando qui un'altra ricetta-racconto che regala bellissime sensazioni e un dolce dal sapore di una volta


l'ho preparata in versione mini, tante piccole porzioni da sistemare sulla tavola di Pasqua

venerdì 15 aprile 2011

Lucca

Si arriva a Lucca con le possenti mura che circondano la città, i bellissimi vicoli...passiamo a dare uno sguardo al nostro b&b Anfiteatro, in pieno centro storico, dietro la splendida Piazza Anfiteatro...ed è proprio da qui che iniziamo la nostra passeggiata...
Piazza dell'Anfiteatro

 luogo unico molto suggestivo...edificata sui resti dell'antico anfiteatro romano conservando la forma ellittica chiusa,

 4 porte a volta consentono l'accesso alla piazza


proseguiamo tra antichi palazzi, vie, monumenti...



 si va verso la torre




 Bellissima dall'alto la città delle torri, delle bici, di Puccini, delle chiese...

Torre delle Ore











Duomo di San Martino


 


passeggio per Lucca in compagnia virtuale di Mammadeglialieni seguendo le sue preziose indicazioni
dietro al duomo 


scopro antiche botteghe

 Taddeucci                                   Forno a vapore  Amedeo Giusti




per gustare sapori tipici



a due passi dal nostro b&b e da piazza anfiteatro
per assaporare buon vino, ottimo olio
fiorentina
biadina!



in piazza S. Agostino
in pieno centro storico
per la tipica zuppa di farro


La passeggiata sulle mura che circandano l'intera città per ben 4 km regala uno spettacolo unico





le nostre giornate terminavano sempre nella meravigliosa piazza dell'anfiteatro


incantevole Lucca!


Itinerario
Lucca
Bagni di Lucca


dove dormire



dove mangiare

Osteria Baralla    -  Lucca


Vecchio Mulino    - Castelnuovo di Garfagnana



martedì 5 aprile 2011

Cupcakes...alla nutella?



Dopo aver provato i deliziosissimi biscotti alla nutella della meravigliosa Carolina Semplicemente Pepe Rosa appena ho visto i suoi golosi nutella's cupcakes nn ci ho pensato neppure un minuto, ho segnato tutti gli ingredienti e via in cucina...

NUTELLA CUPCAKES di Semplicemente Pepe Rosa

Ingredienti per 12 cupcakes
100 g di farina "00"
20 g di cacao in polvere
140 g di zucchero semolato
1 cucchiaino e 1/2 di lievito in polvere
40 g di burro a temperatura ambiente
120 ml di latte intero (io ne ho usati solo 100 ml)
1 uovo
120 g di Nutella
36 nocciole intere per decorare (facoltativo)
un pizzico di sale

Per il frosting alla Nutella
250 g di zucchero a velo
80 g di burro a temperatura ambiente
25 ml di latte intero
80 g di Nutella

dopo pochi minuti il composto era già pronto :) distribuisco nei pirottini!!...ma 120 gr di nutella dove andavano?! nel composto!!!! ahhahahhaahh!!! e vabbè, li dovrò rifare ...
intanto inforno questa magra versione :)
e dopo la mia grave svista non ho più seguito la ricetta...
ed invece potevo ancora seguirla! i 120 gr di nutella andavano distribuiti dopo aver cotto i dolcetti!! l'ho scoperto pochi minuti fa rileggendo la ricetta senza la fretta di sfornare e assaggiare :)
...sforno i dolcetti e li abbandono...un pò di crema alla nocciola e cioccolato bianco poteva andare per questa volta...

troppo buoniiiii!!! non vedo l'ora di provare la ricetta originale!!


la ricetta smemorata

100 g di farina "00"
20 g di cacao magro in polvere
140 g di zucchero semolato
1 cucchiaino e 1/2 di lievito in polvere
40 g di burro a temperatura ambiente
120 ml di latte
1 uovo
un pizzico di sale
crema alla nocciola e cioccolato bianco
nocciole

In una ciotola riunire il cacao, la farina, lo zucchero, il lievito, il sale e il burro e lavorare tutti gli ingredienti. Aggiungere il latte ed amalgamare bene, aggiungere l'uovo continuando ad amalgamare, si otterrà "un composto molto liquido va bene così (come ci dice Carolina) in cottura cuocerà benissimo"
Distribuire il composto nei pirottini riempiendo fino a 2/3. Cuocere in forno già caldo a 170° per circa 20 minuti, fare la prova stecchino e sfornare.
Far raffreddare su griglia. Quando sono tiepidi farcire con crema alla nocciola e cioccolato bianco e nocciole.

venerdì 1 aprile 2011

Pappa al pomodoro



Viaggiare per scoprire, incontrare, conoscere,
luoghi e persone meravigliose, storie, tradizioni, ricette...
nel cuore della Maremma, Poggio al Toro

meraviglioso agriturismo immerso nel verde,






un'oasi di tranquillità per riappropriarsi dei ritmi lenti e piacevoli della vita, dei sapori autentici, dei profumi quasi dimenticati, dei gesti gentili e amorevoli di chi crede nei valori di un tempo antico

arrivare al Poggio e avere come l'impressione di essere ritornati a casa dopo un lungo viaggio, di essere ritornati nel mondo che da tanto ci attendeva, un mondo un cui il tempo sembra essersi fermato, quando ci si svegliava e si accudivano gli animali, si lavoravano i campi, si preparavano piatti genuini come quelli che abbiamo gustato al nostro arrivo:
salvia fritta appena raccolta, bellissime piante aromatiche circondano tutto il casolare !
formaggio, pane,
risotto con i carciofi appena raccolti,  
cinghiale, patate,
crostata fatta in casa e buon olio e vino!
 oliovino prodotti dal Poggio...buonissimiii!!!Morellino di Scansano, Rittochino!! organizziamo subito una scorta di vini da riportare a casa e ai due gustati aggiungiamo anche 900 Ceppi


Da qui partivamo per le nostre escursioni, come avevo accennato qui alla scoperta di

         Pitigliano     Sorano                 Monte Amiata

e poi verso la costa
La Parrina         Orbetello        Monte Argentario,
              Porto Ercole                       Castiglione della Pescaia        Saturnia



e dopo esser stati tutto il giorno in giro si rientrava accolti dal tepore della casa e dalla brace pronta per regalarci una bella grigliata :)




difficile ripartire!
portiamo con noi doni preziosi: bellissimi ricordi, piantine aromatiche e
la ricetta della pappa al pomodoro



Ingredienti
per 4 persone

300 gr pane toscano raffermo tagliuzzato
3 spicchi d'aglio
5 chiodi di garofano
4 cucchiai d'olio di oliva
1 salsiccia di maiale
400 gr di pelati o freschi molto maturi
1+ 1 mazzetti di basilico
sale q.b.
acqua quanta ne basterà per ottenere un composto in finale denso ma fluido

Esecuzione
Mettere in pentola olio, scaldare aggiungere aglio, salsiccia privata della pelle e sbriciolata, chiodi di garofano, far rosolare per alcuni minuti, aggiungere pane, amalgamare e fare insaporire pochi minuti, stando attenti che non si attacchi sul fondo, aggiungere 2 ramaioli d'acqua, farla bollire finchè non si nota lo sfarinamento del pane, se risulta molto densa aggiungere acqua, quando noti un amalgamo tra la polenta e semolino, spegni, aggiungi il secondo mazzetto di basilico tagliato e con una frusta elettrica frulla il tutto.
Versa nei piatti, spolvera con parmigiano grattato, un pianto di buon olio d'oliva e falla mangiare sensa rigirare il tutto.



"...particolare importante

grazie Federica ;)


il chiodo di garofano

intanto per l'aroma inconfondibile che lascia
e poi perchè, secondo una logica di grande praticità che non difettava di certo alle mamme maremmane di un tempo, era curativo per il mal di stomaco dei bambini. Poggio al Toro"